Miele di Castagno

Prodotto nelle colline di Curinga e Filadelfia

Il miele di castagno è uno tra i pi comuni in Italia e viene prodotto in tutto il Paese, da Nord a Sud. La raccolta dei fiori avviene nel periodo compreso tra giugno e ottobre.

E’ il più indicato tra i numerosi tipi di miele in tutti i casi di cattiva circolazione del sangue, è consigliato alle persone anemiche, a chi soffre di affaticamento e di astenia e a chi si propone di riguadagnare peso. Può capitare a chi lo dovesse assaggiare la prima volta, avendo in memoria il sapore del miele come inteso da tutti, di rimanere un po’ perplesso.

Il miele di castagno, infatti, si distingue dalle altre varietà di miele per il colore scuro e una consistenza più liquida rispetto agli standard per la presenza abbondante di fruttosio. Anche l’odore è molto più forte rispetto agli altri mieli e si caratterizza per un sapore meno dolce e un retrogusto amarognolo.

Il miele di castagno è ricco di sali minerali come potassio, ferro, calcio, magnesio e sodio. Inoltre, possiede due proprietà molto importanti per l’organismo: è un antinfiammatorio e un antibatterico. Si distingue poi per essere anche antiossidante.

In cucina, il miele di castagno è abbinato generalmente a formaggi di vario tipo. È ottimo anche aggiunto nello yogurt o in dolci a base di crema.

CARATTERISTICHE:

Colore: da ambrato a quasi nero, secondo le zone di produzione
Tendenza a cristallizzare: in genere assente o a grossi cristalli
Odore: forte e penetrante
Aroma: intenso
Sapore: pungente all’inizio, poi più o meno fortemente amaro a seconda dell’origine

SEGUICI SU FACEBOOK: